facebook
twitter
Last Summer

Un film di Leonardo Guerra Seràgnoli

Festival Roma

Una giovane donna giapponese ha quattro giorni per dire addio al figlio di sei anni,

di cui ha perso la custodia, a bordo dello yacht della facoltosa famiglia occidentale dell'ex-marito. Sola con l'equipaggio, che ha il mandato di sorvegliarla a vista, la donna affronta la sfida di ritrovare un legame col bambino prima di doversene separare per molti anni.

Quattordici anni fa, una donna,

seduta sul divano di casa dei miei genitori, non riusciva a trattenere le lacrime. Era venuta a cena da noi insieme a degli amici di mia madre. Era una sconosciuta che piangeva apertamente davanti a degli estranei. Rimasi a guardarla dal bordo della stanza. Provava a raccontare con una voce esile che suo marito le stava portando via i figli. Questo ricordo, rimosso per molti anni, è poi riapparso fino a svilupparsi interiormente e trasformarsi nel soggetto di "Last Summer". Con il film volevo indagare la possibilità dell'inizio di un rapporto nella sua fine; raccontare il travaglio di un riavvicinamento. La lotta di potere in cui lo squilibrio di determinate dinamiche sociali rende difficile mantenere intatta la propria identità. Un microcosmo inaccessibile che è luogo di isolamento e coercizione permeato da sentimenti di disorientamento e sconfitta. Una riconciliazione catartica tra il presente e il passato che permette d'imparare a parlare con la propria voce; d'imparare a essere di nuovo madre e figlio, per la prima e ultima volta. Un viaggio in cui quando tutte le difficoltà ingombranti lentamente scompaiono, la mente lascia spazio a sentimenti primari. E nel loro perdurare, la speranza di cambiare il corso degli eventi futuri.

Leonardo Guerra Seràgnoli
Londra, Maggio 2014

Leonardo Guerra Seràgnoli

Leonardo Guerra Seràgnoli

Leonardo Guerra Seràgnoli nasce a Roma. Vive a Londra.
Si laurea in Film Scoring alla Berklee College of Music di Boston, Stati Uniti e nel 2006 fonda Essentia, società di produzione cinematografica indipendente. E' produttore esecutivo di lungometraggi di finzione come Jack & Diane (2012) di Bradley Rust Gray e The Wait di M. Blash (2013).
Tra il 2008 e il 2012 ha scritto, diretto e prodotto diversi cortometraggi presentati a numerosi Festival Internazionali di Cinema.
Nel 2012 vince il premio Key Award per la pubblicità Tigers di cui è regista e sceneggiatore.

Filmografia

2012   TIGERS (CORTOMETRAGGIO)
2010   RACHEL (CORTOMETRAGGIO)
2010   WILL (CORTOMETRAGGIO)
2008   ALFRED (CORTOMETRAGGIO)

Igort

Igort lavora dalla fine degli anni Settanta come autore di fumetti, illustratore, saggista e musicista.
Alcune tra le sue prime storie appaiono sulla rivista "Il pinguino", da lui fondata, alla quale parteciperanno anche Giorgio Carpinteri, Lorenzo Mattotti, Daniele Brolli, Roberto Baldazzini.
Nel corso degli anni Ottanta i suoi fumetti appaiono sulle pagine di molte riviste nazionali e internazionali tra cui "Linus", "Alter", "Frigidaire", "Metal Hurlant", "L'echo des Savanes", "Vanity", "The Face".
Scrive i suoi articoli, saggi, riflessioni, per "Il Manifesto", "Reporter", "Il Corriere della Sera", "La Repubblica". Nel 1983, insieme a Brolli, Carpinteri, jori, Kramsky e Mattotti, è fondatore di Valvoline, un gruppo di autori che, ispirandosi alle pratiche delle avanguardie storiche, scombussola le regole del fumetto d'avventura tradizionale. Le sue opere sono regolarmente pubblicate in Francia e in numerosi altri paesi.
Dagli anni Novanta pubblica regolarmente in Giappone creando la serie Amore, ambientata in Sicilia, e Yuri, entrambe edite dalla casa editrice Kodansha.
I suoi disegni diventano tessuti, abiti, tappeti, serigrafie, sculture, giocattoli ecc. Espone a New York, Tokyo, Parigi, Ginevra, Milano ecc.
Nel campo del design collabora con Studio Alchimia, Swatch, Alessi, Memphis ecc. Nel 1994 espone i suoi lavori plastici e musicali alla Biennale di Venezia.
Nel campo musicale incide, dal 1978 sino ai giorni nostri. Canta, suona, compone, pubblica i suoi album con diverse formazioni.
Il suo romanzo a fumetti: 5 è il numero perfetto è pubblicato in 15 paesi e sta per diventare un film.

Banana Yoshimoto

Banana Yoshimoto, figlia di Takaaki Yoshimoto, è nata a Tokyo il 24 luglio 1964. Oltre al padre, poeta e critico letterario, la sorella, Haruno Yoiko, è una nota fumettista in Giappone.
Si diploma al Liceo Artistico di Nihon University e si laurea in Letteratura. E' in questo periodo che adotta lo pseudonimo "Banana", nome che riconosce come "carino" e "intenzionalmente androgino".
Nel 1988 il suo primo romanzo Kitchen esplode come fenomeno letterario. Si tratta di un thriller psicologico che narra la storia di una studentessa rimasta orfana, colpita dalla scoperta che la madre dell'amico che la ospita in casa è in realtà il padre che ha cambiato sesso dopo l'assassinio della moglie.
Opere come Presagio triste, Honeymoon e Il corpo sa tutto fanno di lei la portavoce di un singolare disorientamento postmoderno, riluttante a qualunque posizione critica, che fa della superficialità giovanile una forza comunicativa quasi antiletteraria.

Elda Ferri

Elda Ferri è amministratore delegato della Jean Vigo Italia.
Nel 1997 produce il film vincitore di 3 Premi Oscar®, La vita è bella di Roberto Benigni.
Nel 1999 riceve il Premio Raoul Wallenberg e nel 2005 il premio Media Salles's European Producer of the Year Award.

Luigi Musini

Originariamente in società con Ermanno Olmi, nel 1998 nasce la Cinemaundici, società di produzione che ha realizzato film di Rivette – Histoire de Marie et Julien, Ne touchez pas la hache e 36 Vues du Pic Saint Loup - Ioselliani – Lundi matin e Jardins en Automne - e dello stesso Olmi – Il mestiere delle armi, Cantando dietro i paraventi e Centochiodi.
Nel 2010 la Cinemaundici produce La bellezza del somaro, scritto da Margaret Mazzantini, diretto ed interpretato da Sergio Castellitto, con Laura Morante ed Enzo Jannacci. Si tratta di una commedia brillante ed intelligente rivolta ad un ampio pubblico, distribuita in sala dalla Warner Bros. Italia, a dicembre 2010.
Nel 2011 Luigi Musini diventa socio e amministratore unico di Cinemaundici, nello stesso anno produce il film Il villaggio di cartone di Ermanno Olmi, in co-produzione con Rai Cinema, presentato al Festival di Venezia nel settembre 2011 e distribuito nelle sale dalla 01 Distribution ad ottobre dello stesso anno.
Dal 2012 entra a far parte della società Olivia Musini, affiancandosi a Luigi Musini nell'attività di produzione, con attenzione specifica allo sviluppo di nuovi progetti.
Cinemaundici ha di recente completato il film Anime Nere di Francesco Munzi e …E fuori nevica di Vincenzo Salemme, mentre è in post-produzione con il film di Paolo e Vittorio Taviani Maraviglioso Boccaccio e con Torneranno i prati, di Ermanno Olmi.

Monika Willi

Nata nel 1968, Monika Willi è conosciuta principalmente per lavorato come montatrice per i film di Michael Haneke (Amour, Il nastro bianco, La pianista); Michael Glawogger (Workingman's Death, Whores' Glory, Contact High), e Barbara Albert.
Nel 2013 è stata candidata come migliore montatrice ai Premi Cèsar per Amour di Michael Haneke.

Milena Canonero

La costumista Milena Canonero Italiana premiata con tre Premi Oscar®.
Ha lavorato con registi del calibro di Stanley Kubrick, Hugh Hudson, Francis Ford Coppola, Sydney Pollack, Warren Beatty, Steven Soderbergh e Sofia Coppola.

Avy Kaufman

Avy Kaufman lavora come casting director a New York.
Ha lavorato con registi del calibro di: Ang Lee, Robert Redford, Steven Spielberg, Ridley Scott, Michael Mann, Jodie Foster, Philip Seymour Hoffman e Wong Kar Wai.
Ha seguito il casting dei film Vita di Pi, Lincoln, Prometheus, La regola del silenzio, Shame, I segreti di Brokeback Mountain, Capote, Il sesto senso, Dancer in the Dark e American Gangster.

Rinko Kikuchi

Rinko Kikuchi

Kikuchi ha fatto il suo debutto nel 1999, sotto il suo nome di nascita, Yuriko Kikuchi, con il film Kaneto Shindo voglia di vivere. Nel 2001, ha recitato nel celebre film di Kazuyoshi Komuri Sora no Ana, presentato in diversi festival internazionali, tra cui il "Festival di Rotterdam". Nel 2004, è apparsa nel film The Taste of Tea, che è stato selezionato per il "Festival di Cannes".
Nel 2006, è stata scelta dal produttore cinematografico giapponese Yoko Narahashi per il film di Alejandro González Iñárritu Babel, ed è stata candidata a numerosi premi, tra cui il premio Oscar® come migliore attrice non protagonista.
Ha recitato nel secondo film di Rian Johnson, The Brothers Bloom (2009), il suo primo lungometraggio in lingua inglese.
Nel 2013 ha recitato nel film di Guillermo del Toro Pacific Rim e nel 2014, ha recitato nel film di David Zellner Kumiko, The Treasure Hunter.

Yorick van Wageningen

Yorick van Wageningen

Yorick van Wageningen è nato a Baarn, Utrecht, Paesi Bassi.
E' conosciuto per Millennium - Uomini che odiano le donne (2011), Winter In Wartime (2008), The Chronicles of Riddick (2004) e The New World (2005).
Recentemente ha recitato in 47 Ronin di Carl Rinsch e in Last Summer di Leonardo Guerra Seràgnoli.

Lucy Griffiths

Lucy Griffiths

Lucy Griffiths è nata a Brighton, nel 1986.
Ex membro del National Youth Music Theatre, è conosciuta per aver interpretato il ruolo di Marian nel dramma della BBC Robin Hood, per il aver interpretato il ruolo di Ruth nella serie TV The Little House e per la sua più recente performance nella serie della HBO True Blood.
Nel 2014 ha lavorato a diversi film come: Uncanny di Matthew Leutwyler, Home for Christmas di Jamie Patterson e Last Summer di Leonardo Guerra Seràgnoli, dove interpreta il ruolo di Rebecca.

Laura Sofia Bach

Laura Sofia Bach

Laura Bach è un'attrice danese conosciuta per aver interpretato il ruolo di Gitte nella serie TV di enorme successo in Danimarca Rita. E' sul set per le riprese della terza stagione.
Ha recitato accanto a Lars Mikkelsen nel film Those Who Kill - Shadow of the Past e nell'omonima serie TV.
A breve sarà sugli schermi italiani con il film Last Summer di Leonardo Guerra Seràgnoli.

Daniel Ball

Daniel Ball

E' un attore e regista newyorkese.
Ha recitato nel film This Wrecked Life nel 2010, mentre come regista è conosciuto per aver diretto il film My Sister Nina e Birth Control.

Ken Brady

Ken Brady

TROUPE

Diretto da Leonardo Guerra Seràgnoli
Scritto da Leonardo Guerra Seràgnoli, Igort
Contributo alla sceneggiatura Banana Yoshimoto
Prodotto da Elda Ferri, Luigi Musini, Milena Canonero
Fotografia Gianfilippo Corticelli
Montaggio Monika Willi
Costumi/Scenografia Milena Canonero
Casting Avy Kaufman

INFO TECNICHE

Paese Italia
Anno 2014
Lingua Inglese/Giapponese
Genere Drammatico
Sottotitoli ENG
Formato DCP
Durata 94 min.
Colore/BN Colore
Aspect Ratio 2.35:1
Frame Rate 24fps
Sound Ratio Dolby 5.1
Riprese effettuate con Alexa (Digital)
Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer Last Summer